Come fare Streaming Twitch Facebook Youtube [Guida impostazioni 2018]

Come fare Streaming Guida 2017 a impostazioni e attrezzatura

In questa guida imparerai come fare streaming su Twitch, YouTube o Facebook. Ti mostrerò qual è l’attrezzatura migliore e quali sono le impostazioni per OBS consigliate da utilizzare.

Voglio che questo articolo sia il più pratico possibile, e perciò non mi dilungherò inutilmente a spiegare cos’è una diretta e come funziona, supponendo quindi che se sei arrivato fin qui, tu sappia già di cosa sto parlando e che sei già intenzionato ad entrare nel mondo dello streaming.

Per facilitarti la navigazione in questa guida, qui sotto trovi l’indice degli argomenti che andrò a trattare, perciò sentiti libero di saltare alla parte che più ti interessa!

  1. Attrezzatura consigliata per le dirette live
  2. Connessione minima per streammare
  3. Quale programma usare per fare streaming
  4. Come fare una diretta
In questa guida mi concentrerò principalmente su come streammare da pc, perché è più complicato ma al tempo stesso più completo e dalle possibilità illimitate. Nonostante ciò, ogni qualvolta sia possibile aprirò una piccola parentesi anche sullo streaming da console, oltre a dedicarci un capitolo a fine articolo. Come già detto la guida sarà molto pratica, perciò non esitare a salvare questa pagina tra i preferiti per poter tornare in qualsiasi momento nel caso avessi qualche problema con la configurazione della diretta.

Attrezzatura consigliata per le dirette live

Per qualsiasi creatore di contenuti la qualità è importantissima, e se hai intenzione di fare streaming, non puoi sottovalutare questo aspetto. La cosa peggiore per un creativo è avere un’ottima idea ma realizzarla in modo penoso perché mancano gli strumenti necessari. Per fare streaming bisogna avere un’ottima qualità video e audio, senza questi due fattori il risultato ne risente!

Ci sono ovviamente alcune eccezioni che confermano la regola: alcuni non utilizzano la telecamera, ma compensano con una voce profonda e pulita da speaker radiofonico, altri non utilizzano né la webcam né il microfono, ma sono esperti nel loro settore e perciò portano un contenuto speciale che nessun’altro può avere.

Di seguito di consiglierò quindi i prodotti da acquistare nel caso tu ne sia senza, ma non ti preoccupare per il budget perché ti proporrò sia l’attrezzatura ideale che quella più economica, ma comunque qualitativamente ottima.

 

La migliore telecamera per live streaming

Non a caso ho scritto la parola “telecamera”. Con questo termine voglio includere tutti i dispositivi che puoi utilizzare per registrare la tua diretta o semplicemente il tuo volto. Puoi streammare con vere e proprie telecamere, o più probabilmente Go Pro e Action Camera, o ancora meglio una webcam. Qualsiasi cosa tu abbia già in casa che può essere rilevata dal pc come un ingresso video andrà benissimo per lo scopo, ma ricorda che la qualità è indispensabile, e perciò scarterei qualsiasi dispositivo non registri almeno in HD 720p. A questo proposito ti consiglio la migliore webcam per streammare.

Logitech HD Pro C920 WebCam Full HD 1080p

La Logitech HD Pro C920 è la webcam più acquistata su Amazon con le recensioni utente migliori.

Registrazione in full HD 1080p con autofocus, indispensabile se hai necessità di riprendere il tuo volto. La qualità video è ottima e molto pulita, inoltre l’alta risoluzione ti permette di tagliare l’immagine zoomando sul soggetto senza perdere definizione.

La C920 è la più utilizzata dai professionisti e questo la rende la migliore telecamera per live streaming. La webcam si connette tramite un cavo USB abbastanza lungo da permettere di posizionare la camera nella posizione che preferisci. Il prezzo molto competitivo si abbassa addirittura sotto i 60€ quando in sconto. Se perciò la trovi a questo prezzo, non esitare a prenderla perché è un offerta eccezionale!

Clicca qui per vedere su Amazon

 

Esistono anche opzioni più economiche, come ad esempio la webcam Logitech C525 HD 720p, sorella minore della sopracitata C920, ad un prezzo altrettanto conveniente. Risparmiando 20€ abbondanti, avrai tra le mani una videocamera di tutto rispetto che riesce a fornire comunque una qualità ottima. La risoluzione è minore, ma se pensi di tenere il riquadro della webcam in piccolo rispetto al resto, questa soluzione è la migliore in termini di efficienza. Inoltre, se il tuo computer non gode di grandi prestazioni, una risoluzione video minore appesantisce meno il carico sulla CPU del pc.

Se utilizzi un portatile per streammare, allora ti consiglio di provare prima con la webcam integrata, e di passare solo successivamente ad una più performante. Se invece la tua piattaforma per la dirette sarà una console, ti avviso sin da subito che PS4 non supporta webcam di terze parti, ed è quindi possibile registrarti in video solo con la camera ufficiale Sony. Per la console Microsoft il discorso è invece diverso, perché solo recentemente hanno permesso di utilizzare webcam USB su Xbox one.

 

Il miglior microfono per YouTube e Twitch

Il microfono è uno strumento che non può mancare per fare streaming, e un’ottima qualità per la voce è essenziale. Questo non vuol dire però che non è possibile risparmiare su questo componente. Come per le webcam ti proporrò il microfono migliore con cui iniziare, per poi proporti valide alternative a prezzi più contenuti, fino ad arrivare ad un ottimo microfono a clip a solo 2€!

Ho già parlato abbondantemente di questo strumento in una recente guida sui migliori microfoni per YouTube, perciò qui ti propongo una breve sintesi che ti consiglio comunque di approfondire se sei interessato all’acquisto.Blue Yeti Migliore microfoni per youtube

 

Comincio presentandoti il Blue Yeti, super-recensito su qualunque blog o video di YouTube, permette una resa vocale ottima, donando alla voce calore e profondità. Al contrario di molti altri microfoni di fascia alta, il Blue Yeti è dotato di una comoda presa USB che lo rende Plug&Play. Comporta senza dubbio una spesa importante se ti stai introducendo per la prima volta allo streaming o alla creazione di video, ma è sicuramente la scelta ottimale se lavori nel mondo della musica, e hai quindi la necessità di trasmettere in modo chiaro la voce o il suono di uno strumento musicale. Personalmente lo trovo perfetto anche per l’utilizzo in un podcast dal taglio professionale.

Clicca qui per vedere su Amazon

Evito di presentarti altri microfoni che sarebbero solamente una via di mezzo tra qualità e compromessi, ma che puoi comunque trovare nella guida che ho citato poco sopra. Al contrario, voglio mostrarti quelli più interessanti, come il Lavalier Rode smartLav+. Utilizzato da tantissimi professionisti del settore, questo piccolo microfono a clip gode di una qualità incredibile, di gran lunga superiore ad altri prodotti dal costo ben maggiore di questo. Per solo poco più di 50€ puoi vantare il meglio che il mercato ha da offrire, con in aggiunta la comodità di un microfono praticamente invisibile. Ti sfido a vedere qualche video-recensione e a non rimanere stupito dalle sue potenzialità!

In ultimo ti consiglio il microfono a clip Neewer, acquistabile in una confezione da 3 pezzi all’incredibile prezzo di circa 6€, praticamente 2€ A MICROFONO!

Non è ovviamente paragonabile ai precedenti, ma rimane comunque sorprendente nelle sua qualità, soprattutto se paragonato ad un costo così basso. Se sei indeciso, buttati su questo microfono perché ne sarai sorpreso, e valuta un upgrade solo più avanti, quando avrai preso famigliarità con lo streaming.

 

Requisiti minimi PC per fare streaming

È difficile dire con precisione quali siano i requisiti minimi per streammare, ci sono troppi fattori in gioco per determinare con precisione quale sia la CPU consigliata.

Twitch ci viene però incontro, consigliando di avere almeno un processore Intel Core i5-4670, o l’equivalente AMD, e 8GB di RAM. Benché questi due requisiti possano dare un’idea di quel che serve avere per fare streaming, quel che ho detto sopra rimane vero: dipende comunque da troppi fattori.

Non è possibile fissare i requisiti minimi per fare streaming perché dipende da cosa vuoi streammare. Capisci bene che se vuoi semplicemente andare in diretta con solo la webcam portando qualcosa di simile a un vlog, i requisiti di sistema possono essere molto bassi, ma se la tua intenzione è quella di giocare al nuovo tripla A in commercio, i requisiti minimi si alzano di parecchio.

Il miglior consiglio perciò è quello di provare a streammare con ciò che già hai, per vedere se il computer regge e per capire quale contenuto puoi portare sulla piattaforma di streaming. Più avanti ti spiegherò comunque come fare streaming e le impostazioni migliori per la diretta.

 

Connessione minima per streammare

Non esistono dei veri propri limiti riguardo l’upload necessario per streammare, proprio perché non esistono limiti sulla qualità video dello streaming. Nonostante ciò, avere una connessione poco potente ti porta inevitabilmente ad avere una diretta fatta di pixel enormi che risulterà inguardabile per molti spettatori.

Senza dubbio una connessione a fibra ottica non ti darà nessun problema, e potrai sbizzarrirti con la qualità video finché non verrai limitato dalle componenti del tuo pc. Con una 20Mb risulta ancora possibile fare una diretta, anche se con qualche limitazione, mentre con una 7Mb è sicuramente impossibile raggiungere anche solo i 720p.

Non tutte le connessioni sono però uguali, e una 20Mb potrebbe in realtà performare come una 7Mb o addirittura peggio. Siamo in Italia e non ci stupiamo più della qualità delle nostre connessioni internet. Per analizzare più in dettaglio la potenza della linea bisogna fare un test online che permette di visualizzare il download, l’upload e il ping. Puoi eseguire il test qui su speedtest.net. Il valore che interessa a noi è l’upload.

L’upload è strettamente collegato alla quantità di banda che puoi utilizzare per trasmettere la diretta online. La sua importanza ti sarà più chiara quando parleremo delle impostazioni migliori per OBS. Per ora ti basti sapere che puoi settare la quantità di banda impostando il bitrate della diretta, letteralmente la quantità di bit trasmessi.

 

Ritornando alla domanda iniziale, qual è l’upload minimo per streammare? 3Mb. 

Questo valore ti permette di impostare il bitrate a 1500 e una qualità video a 720p, anche se potrebbe comunque non essere sufficiente, il tutto dipende dall’effettiva stabilità della linea che è difficile da determinare, perciò più l’upload è alto e più puoi stare tranquillo. Naturalmente puoi fare una diretta anche un valore più basso, ma questo comporterà ovviamente l’abbassamento della qualità video in uscita.

 

Quale programma usare per fare streaming

Sono diversi i programmi con cui è possibile fare una diretta su Twitch, YouTube o Facebook, ma in realtà la scelta ricade solo su uno. OBS Studio è senza dubbio il programma migliore per streammare, benché un po’ macchinoso e poco user friendly all’inizio, ti permette una libertà sconfinata nella creazione delle scene. Oltre ad essere estremamente funzionale, è il più utilizzato, e questo vuol dire che su internet troverai centinaia di guide e video che rispondono a qualsiasi tuo problema. Ti lascio il link dove scaricarlo e di seguito ti spiegherò come settarlo con le migliori impostazioni.

Non ti preoccupare se ti sembra difficile, perché dopo aver capito le basi del suo funzionamento risulta tutto più semplice e intuitivo. Se sei già pratico con alcuni programmi di editing come Photoshop o Adobe Premiere, non ti sarà complicato utilizzare la composizione a livelli tipica di questi programmi.

Miglior programma per streaming

OBS si basa sulle scene, puoi crearne una cliccando sul + in basso a sinistra. Una volta creata, puoi inserire gli elementi della scena dal riquadro poco più a destra seguendo lo stesso procedimento. Ad esempio se volessi inserire la webcam, ti basta cliccare sul +, “dispositivo di cattura video”, e scegliere la webcam collegata al pc come dispositivo di input. Dopo aver così inserito l’elemento nella scena, lo puoi ridimensionare e trascinare a piacimento sullo schermo.

Non voglio però soffermarmi troppo sull’utilizzo di OBS perché servirebbe un articolo intero dedicato solo a quello. Ti seguito però ti mostro come cambiare le impostazioni in modo da avere una qualità migliore della diretta.

 

Impostazioni consigliate per OBS

Non c’è modo migliore di spiegarti come impostare OBS che mostrarti direttamente le schermate con i settaggi che uso e che ho potuto collaudare, oltre che ad averli ritrovati spesso in guide online. Attualmente la mia versione del software è la 20.0.1 di OBS Studio, quindi la visualizzazione di alcuni parametri potrebbe essere diversa dalla tua, ma le cose principali non dovrebbero essere cambiate. Clicca quindi su File -> Impostazioni e partiamo!

OBs impostazioni per streammare

Come vedi ho sottolineato i parametri più importanti. Per raggiungere questa schermata, entra nella scheda Output e clicca in alto su modalità di output per avere le impostazioni avanzate. Controlla di avere la codifica x264 e l’uscita scalata in 720p. Con un’ottima connessione e un pc prestante puoi provare anche la diretta in 1080p.

Di seguito imposta il controllo frequenza in CBR (Constant BitRate) in modo da avere una live il più stabile possibile. Il valore di Bitrate lo vedi a 2500, ma in realtà è molto variabile e dipende totalmente dalla tua connessione. Con un rapido calcolo puoi trovare quello più adatto a te: trova l’upload della tua linea con un semplice test online, prendi quel valore x e fai un veloce calcolo x*1000/2. Questo è il valore di Bitrate che ti permette sicuramente di streammare.

Upload per streammare

Per esempio io ho circa 10Mb di upload, perciò il mio Bitrate ideale è 10*1000=10000, 10000/2=5000. Nonostante ciò puoi vedere che ho impostato il valore a 2500. Questo perché voglio che la live sia il più stabile possibile, e visto che non sono collegato LAN col pc, ma utilizzo una Powerline, la mia linea tende ad essere un po’ ballerina e perciò mi tengo su un valore più basso per evitare problemi. Tieni però conto che 2500 è comunque ottimo e permette uno streaming in HD.

Ovviamente più è basso e più la qualità ne risente, tieni conto che sotto i 1000 il valore sarebbe molto basso e potrebbe vedersi male. D’altro canto un valore troppo alto potrebbe appesantire troppo la linea e sovraccaricare di lavoro il pc oltre che farti laggare in giochi online.

Infine imposta l’intervallo keyframe a 2, come consiglia Twitch, e l’utilizzo della CPU tra un valore da fast superfast. Quest’ultimo parametro determina lo sforzo che richiedi alla CPU, quindi più è alto (ultrafast) e meno CPU è richiesta. La qualità video della diretta dipende molto da questo valore, perciò fai un po’ di prove per capire come impostarlo.

OBS impostazioni per streammare

Gli ultimi parametri li trovi nella scheda Video. Qui devi semplicemente settare la risoluzione video della diretta: quella canvas è relativa solamente all’anteprima che vedi su OBS, perciò ti consiglio di utilizzare quella del tuo schermo, mentre quella in output è relativa a ciò che si vede online, quindi è meglio utilizzare una risoluzione 16:9 come può essere 1280×720 o 1920×1080. L’unica eccezione può essere fatta per uno streaming su Facebook, per cui potresti preferire una risoluzione quadrata 1:1.

Il resto delle impostazioni generalmente non necessita di essere toccato o va comunque a tua preferenza, esplora quindi le altre schede che non sono difficili da capire.

 

Come fare una diretta

Ora che hai impostato OBS per avere la qualità migliore che la tua linea e il tuo pc possono permettere, ti mostro come fare una diretta sui maggiori canali di streaming al momento: primo fra tutti Twitch, poi YouTube e infine Facebook.

 

Come streammare su Twitch

Ovviamente non puoi fare una diretta su Twitch, come su qualsiasi altro portale, senza aver creato prima un account. Niente di complicato e perciò evito di spiegarlo.

Per streammare su Twitch è necessario collegare il tuo canale con OBS attraverso una chiave segreta che puoi recuperare su Twitch cliccando in alto a destra la linguetta vicino all’icona del tuo canale, poi Dashboard -> Impostazioni -> Codice streaming -> mostra codice. Più semplicemente puoi procedere a questo link https://www.twitch.tv/NOME_UTENTE/dashboard/settings/streamkey sostituendo “NOME_UTENTE” con il nome del tuo account.

Una volta ottenuto questo codice, apri OBS -> File -> Impostazioni -> Trasmissione -> Inserisci il codice all’interno di Chiave Stream. Ovviamente il servizio impostato poco più in alto deve essere su Twitch. Come puoi vedere, aprendo il menù a tendina di Servizio puoi notare molti altri canali su cui è possibile streammare, tra questi YouTube e Facebook.

Ora sei pronto ad andare live su Twitch cliccando semplicemente Avvia trasmissione dall’interfaccia principale di OBS.

OBS impostazioni per streammare

 

Come streammare su YouTube

Non c’è nulla di complesso nemmeno su YouTube, richiede solo qualche controllo in più sul tuo canale per assicurarsi che sia in linea con le politiche di Google. Recati perciò a questo link https://www.youtube.com/live_dashboard per recuperare la chiave di streaming di YouTube. Se non hai mai attivato le live su questa piattaforma, YouTube ti chiederà qualche veloce conferma attraverso il numero di cellulare in modo molto veloce.

Una volta che accedi alla dashboard, scorri in fondo fino a trovare Configurazione del Codificatore che altro non è che OBS. Da qui trovi la chiave dello stream da inserire su OBS in modo analogo a come si fa con Twitch. Recati quindi sul programma di streaming e clicca su File -> Impostazioni -> Trasmissione -> e inserisci il codice all’interno di Chiave Stream impostando YouTube come servizio.

Adesso puoi tranquillamente cliccare su Avvia trasmissione per andare online sul tuo canale.

 

Come fare una diretta su Facebook

Raggiungere la chiave di stream su Facebook è un po’ meno intuitivo, ma comunque rapido e indolore. Raggiungi la pagina su cui vuoi fare la diretta, in alto troverai Strumenti di pubblicazione -> Libreria video -> + In diretta. Da qui puoi visualizzare la chiave da inserire su OBS e gestire i dettagli della live.

Apri quindi OBS e clicca su File -> Impostazioni -> Trasmissione -> e inserisci il codice all’interno di Chiave Stream impostando Facebook Live come servizio.

Fatto ciò puoi cominciare la live cliccando su Avvia trasmissione.

 

Come streammare da PS4 o Xbox One

Comincio da PS4 perché è decisamente più semplice, nonostante ciò permette poca personalizzazione della scena e non è possibile passare attraverso OBS per gestire la live.

Puoi cominciare la diretta avviando il gioco che vuoi streammare, premendo il pulsante Share sul controller e selezionando poi il portale su cui vuoi andare online, collegando di conseguenza l’account Twitch, YouTube o Facebook.

Per Xbox One la faccenda si fa un po’ più complicata, ma ti è consentito passare attraverso il pc e quindi gestire la diretta con più libertà. Per fare ciò ti servirà l’applicazione ufficiale Xbox per Windows 10. La procedura può essere un po’ lunga, per questo non voglio analizzarla nello specifico in questa guida perché servirebbe un articolo specifico. Per questo motivo ti lascio la guida ufficiale Microsoft e spiega ogni passaggio in modo semplice attraverso chiari screenshot.


 

Spero che la guida ti sia stata utile, e se così fosse condividila con con qualche tuo amico interessato all’argomento!

Per qualsiasi domanda non esitare a chiedere, risponderò personalmente nel più breve tempo possibile.

Sommario
Data
Articolo
Come fare Streaming
Voto
51star1star1star1star1star
Luca Oropallo

Webmaster di ScontiLampo e redattore e collaboratore di I Love Videogames. Studente di Informatica e appassionato del mondo Geek e Nerd.

8 pensieri su “Come fare Streaming Twitch Facebook Youtube [Guida impostazioni 2018]

MarcoPubblicato in data5:49 pm - Mar 3, 2018

Ciao! Ho provato a fare una diretta streaming su YouTube, ma nella visualizzazione va tutto a scatti… Non so perché

Luca OropalloPubblicato in data6:04 pm - Mar 3, 2018

Ciao Marco, i motivi possono essere diversi, quindi ti conviene provare a cambiare un’impostazione alla volta per capire qual è il problema.

in ordine ti consiglio di modificare prima il preset della cpu per alleggerire il carico sul computer e intaccare di poco la qualità video.

Se nulla cambia riporta il valore della cpu a quello iniziale e abbassa il bitrate di qualche centinaio alla volta.

Ultimo tentativo è abbassare la risoluzione output video mantenendo però il rapporto. Ad esempio da 1920×1080 a 1280×720 con fps a 30 o meno se necessario.

Se ancora non basta prova a mixare queste modifiche insieme.

Se hai ancora problemi, dimmi pure che vediamo che si può fare in base alle specifiche del tuo pc.

AndreaPubblicato in data3:50 pm - Mar 15, 2018

Scusami un grosso favore…
Posso usare anche una webcam wifi, anche se non ho ingresso video diretto ma vedo tramite il software della telecamera?
Avresti altrimenti una web cam da consigliarmi?
La dovremmo usare in una chiesa per riprendere le s.messe.

Luca OropalloPubblicato in data5:03 pm - Mar 15, 2018

Non ci sono problemi con una Webcam WiFi: Se il PC la riconosce come input video, obs la può utilizzare direttamente come video in entrata. Se non la riconosce puoi sempre catturare la schermata della registrazione con OBS. In quest’ultimo caso dovresti fare qualche tentativo per vedere se il computer e la rete reggono il lavoro richiesto, perché è necessario ricevere il video dalla webcam via WiFi e trasmetterlo online via streaming. Potrebbe essere quindi faticoso se non possiedi un computer o un linea internet efficiente.

AndreaPubblicato in data5:50 pm - Mar 15, 2018

Grazie per la rapida risposta!
Avresti una camera wifi da consigliarci con input video?
Io ne ho trovate solo con acquisizione immagini via app.

Luca OropalloPubblicato in data9:59 pm - Mar 15, 2018

WiFi è davvero difficile perché generalmente è una caratteristica tipica delle camere di videosorveglianza, che hanno una qualità di registrazione molto bassa per non pesare sulla rete e sulla memoria sd.
Appunto come dici tu, esistono action camera che si collegano tramite app agli smartphone, ma purtroppo difficilmente esiste anche un’applicazione anche per il computer.

Domenico OnizukaPubblicato in data12:00 pm - Mag 17, 2018

ciao luca bella guida,però non capisco come mai in altre dirette riesco a impostare risoluzione dal 480p fino al 1080p mentre quando lo faccio io esce solo il 720p che è appunto quello che ho impostato sotto la voce risoluzione scalata

Pasquale GaldiPubblicato in data7:18 pm - Giu 2, 2018

Ciao andrea! Ho provato a fare la stream su Twitch da Ps4 ma mi da Error CE-35231-4. Come posso risolverlo?

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: